Siamo in Argentina, Buenos Aires, quartiere “La Boca”.

Dei ragazzi giocano a pallone e nel mentre discutono sulla possibilità di creare una squadra di fútbol tutta loro. Discutono su tante cose, ma su una sono completamente d’accordo: che non sia un club qualunque. Dovrà essere la “regina” di tutto il Sud America.

Così dopo vari tentativi andati a vuoto, si decidono sul nome: sarà Boca (nome del quartiere) Juniors (coniato in inglese in onore del marinaio inglese che aveva regalato loro il primo vero pallone).
Boca Juniors, suona bene. Oh sì che suona bene.

Ma la discussione sui colori sociali invece si fa sempre più animata, lì i ragazzi, non riescono proprio a mettersi d’accordo. “Bianco e rosso, i colori di Genova”… “Sei matto, quelli sono i colori degli ‘altri’…”. Gli altri, gli eterni rivali del River Plate. “Continuiamo ad usare il bianco e il nero allora, quelli che usiamo nei tornei”… “Troppo semplici e spenti”…

È Giovanni Brichetto, figlio di genovesi emigrati, ad avere l’intuizione: “Andiamo al molo e vediamo la prima nave che arriva: i colori della bandiera della prima nave saranno quelli della nostra squadra”. Lo sguardo dei giovani vira subito verso l’ingresso delle imbarcazioni e lì vi rimane fisso per qualche minuto.

Ed ecco che qualche attimo dopo, imponente e regale, una nave proveniente dalla lontana Scandinavia, si avvicina al porto di Baires. È la svedese “Regina Sofia”, non poteva essere altrimenti.
A poppa sventola un vessillo giallo e blu, la bandiera della Svezia.

Sì, proprio quelli sarebbero stati i colori del Boca Juniors.

Oggi sono esattamente 115 anni da quel romantico giorno. 115 anni fa dalla nascita della forse più grande e amata squadra del Sud America. Sicuramente la più affascinante…

Partiamo da questo racconto della pagina facebook “Romanzo Calcistico” per fare gli auguri di Buon Compleanno al nostro Boca Juniors. Centoquindici anni fa, infatti, il 3 Aprile, nacque la storia più affascinante e vincente del Sud America.

Oggi, freschi del titolo di campioni d’Argentina, a discapito degli acerrimi rivali delle “Gallinas” del River Plate, omaggiamo questo grande club dal quale abbiamo preso spunto per le nostre squadre.

Tutta la nostra famiglia, infatti, gira intorno al Boca e al suo mondo. Tutta la nostra famiglia si ispira a quel modo di fare, garbato e vincente, al quale ci ispiriamo per portare avanti le nostre attività.

E allora, con orgoglio, tutte le nostre squadre si uniscono al grido: Buon Compleanno Boca, Buon compleanno Xeneizes…

Lascia un commento