In nove contro undici sfiora il pari nel recupero. Navarra:”Un gruppo eroico”

Non c’è mai sconfitta nel cuore di chi lotta. E il cuore, i ragazzi de La Saetta, hanno dimostrato di avercelo immenso. Sabato scorso, infatti, in nove contro undici dal decimo della ripresa, sotto di due reti hanno sfiorato l’impresa. In quel di Sforzacosta, infatti, con soli dodici effettivi a disposizione tra infortuni e impegni di lavoro, mister Navarra ha effettuato l’unico cambio all’intervallo.

Ma, in dieci minuti, prima Stacchietti e poi Mengo hanno lasciato il campo in preda a seri infortuni muscolari. Sembrava il preludio per una goleada e, invece, quasi non avviene il miracolo. Dopo aver accorciato le distanze con un bel colpo di testa di Rosettani, infatti, resistito ad un paio di attacchi locali, i civitanovesi hanno sfiorato l’incredibile pari nel recupero su rinvio errato del portiere che ha colpito Farina, senza però che il centrocampista riuscisse a correggere in rete.

A fine gara, archiviata la sconfitta per due a uno, il clima era comunque sereno. “Una gara epica – ha dichiarato il centrocampista Stacchietti – da libro cuore. Questo dimostra che abbiamo un gruppo eroico che, al di la dell’ultimo posto in classifica, merita di vivere emozioni importanti e grandi soddisfazioni”.

Emozionato il tecnico Roberto Navarra:”Siamo orgogliosi di condividere quest’esperienza con calciatori di così grandi doti morali e umani che, in futuro, siamo certi verranno ricompensate. Sono fiero di essere il loro allenatore, sabato abbiamo scritto una pagina di sport memorabile”.

Lascia un commento