Tris alla Monteluponese, il Trodica vola in testa alla classifica

Danilo Marchioni

Prestazione convincente, risultato travolgente e testa della classifica ben salda per il Trodica che, al San Francesco, si libera con un perentorio tre a zero della Monteluponese e respinge l’assalto della Passatempese, che resta un punto dietro ai biancocelesti.

A decidere le sorti del match i soliti Bracciotti e Ulisis, oltre alla prima firma stagionale del giovane Danilo Marchioni, subentrato nella ripresa a Cher. I ragazzi di mister Michettoni controllano la gara per tutti i novanta minuti, subendo l’unico vero tiro in porta ospite all’85esimo con Pecora, che trova però un ottimo Recchi sulla sua strada. Il èrimo tempo scorre via senza grandi emozioni fino al 21esimo, quando i padroni di cas asi portano in vantaggio: Bracciotti mette in mezzo dalla sinistra, Bigioni sul secondo palo colpisce il palo ma la palla torna sui piedi di Ulissi che colpisce dagli undici metri trovando, però, la doppia respinta del difensore ospite e del portiere Bonifazi. Ma l’azione prosegue: Bigioni viene messo a terra senza però vedersi assegnare il rigore, la sfera termina sui piedi di Silla che rimette in mezzo per il gran tiro di Bracciotti che trova l’angolo opposto. Dieci minuti più tardi lancio di Tidei per Cher che supera in velocità Berrettoni, assist dal fondo per Silla che spedisce a giro ma non trova la porta.

Si va così al riposo sul punteggio di uno a zero. Le squadre tornano in campo dopo la pausa e il Trodica trova subito il raddoppio: discesa sulla sinistra di Lambertucci, pallone in mezzo per Ulissi che, tutto solo, piazza il piattone in fondo al sacco. Al 17esimo proteste locali per un atterramento in area ai danni di Canuti, l’arbitro lascia correre. Lo stesso Canuti ci prova due minuti più tardi, pallone alto. Al 27esimo Bigioni parte dal proprio centrocampo, taglia tutto il campo e serve Canuti che vede tutto solo in area Lambertucci, ma l’esterno ritarda la battuta a tut per tu con Bonifazi e permette il miracoloso recupero di Ciminari. Tre minuti più tardi fallo di Gobib, già ammonito, su Marchioni lanciato in contropiede: l’arbitro lo grazia. E al 34esimo, lo stesso Marchioni, lascia il timbro sul match: filtrante di Canuti, il numero diciassette si libera del difensore con un colpo di tacco dal limite e, tutto solo davanti a Bonifazi, non sbaglia trovando l’angolino. La Monteluponese fa registrare l’unico vero tiro degno di nota al 40esimo con Pecora, Recchi vola in angolo. Ci prova dal limite anche Sopranzetti, tiro debole che non impensierisce il portierone biancoceleste. L’ultima emozione la regala Cilenti che, rubata palla in area, serve Ulisis che fa sponda su Marchioni, tiro a giro e pallone di poco a lato.

Arriva così il triplice fischio finale che suggella la grande vittoria del Trodica e tiene ben salda la testa della classifica.

Tabellino della gara

Trodica: Rechci, Monteverde (Cilenti 80’)), Lambertucci, Bibini, Muraro, Tidei, Ulissi, Cher (Marchioni 62’), Bracciotti (Canuti 57’), Bigioni (Panico 80’), Silla; All Marco Michettoni

A disp: Pennacchietti, Bingunia, Angelini

Monteluponese: Bonifazi, Ciminari, Berrettoni, Marcolini, Ciglic (Pecora 46’), Gobbi, Verdicchio, Montuori (Domizi 53’), Saraceni, Sopranzetti, Vendemmiati (Agostini 6’); All Mariano Ciglic

A disp: Catinari, Morresi, Bastanzo, Giacomelli

Direttore di gara: Stefano Cocci (Ascoli Piceno)

Marcatori: Bracciotti (21’), Ulissi (46’), Marchioni (79’)

Ammoniti: Bigioni (39’ p.t. gioco falloso), Berrettoni (50’ proteste), Marcolini (30’ gioco falloso), Gobbi (55’ gioco falloso),

Note: Angoli (6-3); Recuperi (2’ p.t.; 5’ s.t.)

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA

DANILO MARCHIONI (ATTACCANTE TRODICA):”Sono felicissimo per il gol ma soprattutto per la prestazione della squadra che è stata ottima. Attraverso il gioco e le nostre qualità abbiamo vinto questa gara, ora pensiamo alle prossime gare e cerchiamo di restare nelle zone alte della classifica fino alla fine”.

MARCO MICHETTONI (ALLENATORE TRODICA):”I ragazzi sono stati molto bravi perché la Monteluponese veniva da una vittoria in casa molto importante e dovevamo scendere in campo nel modo giusto dopo la bella vittoria di Casette Verdini. Abbiamo giocato questa gara con la testa giusta, dobbiamo lavorare ancora molto sull’intensità e la mentalità, ma è indubbio che qualitativamente siamo ben messi. Ho grandi scelte all’interno della rosa, tutti sono sullo stesso livello e questo ci permette di non abbassare mai i nostri ritmi”.

Lascia un commento