Civitanova sommerge di affetto Javier Zanetti, sold-out alla cena del capitano neroazzurro

Consegna targa a Zanetti

Un bagno di folla immenso, caloroso. Una marea nero-azzurra che ha accolto Javier Zanetti a Civitanova Marche, ospite a cena del Ristorante Orso, come una vera e propria star.

E’ stato un successo straordinario, unico, memorabile, l’evento organizzato dalla Vis Civitanova in collaborazione con la Prince Sport di Paolo Biancucci e la Trementozzi Eventi Comunicazione, con la partership preziosa della Mmag Comunicazione di Matteo Magnarelli, impeccabile presentatore della serata.

Cori ininterrotti, emozionanti interventi dai tavoli a testimonianza di un amore che l’attuale Vice presidente dell’Inter, capitano dello storico triplete del 2010, ha saputo trasmettere e guadagnarsi in tanti anni, per “L’Uomo simbolo del calcio italiano, che da sempre rappresenta i valori sportivi di rispetto e fair play”, come recita la targa ricordo che gli organizzatori hanno voluto donare al campione argentino, durante l’aperitivo di benvenuto offerto dalla Taverna Tre Corone di Porto Potenza, dove Zanetti è giunto intorno alle 19 e 30 ed è stato accolto dal Sindaco Francesco Acquaroli.

Un assaggio di quel calore che, poi, dalle 21.15, il dirigente neroazzurro ha provato sulla sua stessa pelle, firmando autografi e rendendosi disponibile per le foto di gruppo con tutti i partecipanti, non prima di aver infiammato la serata con un intervento da brividi:”Siete fantastici, grazie per tutto questo calore e per questa accoglienza – ha detto Zanetti appena arrivato – Sono felicissimo di essere qui vicino a voi e, nonostante tutte le difficoltà, sempre forza Inter”.

Il capitano, tra un selfie e i continui cori di incitamento, ha poi presentato il camp estivo gestito dall’Associazione “Leoni di Potrero”, che il dirigente nero-azzurro gestisce con Esteban Cambiasso, che si terrà nelle strutture dei Salesiani dal 19 al 24 giugno e sarà riservato ai bambini dai 7 ai 15 anni. Bimbi che, in esclusiva, prima della cena hanno realizzato il sogno di incontrare Zanetti e immortalare il loro momento magico.

Durante la conviviale il capitano ha anche estratto a sorte alcuni fortunati vincitori che si sono aggiudicati palloni o tshirt ufficiali dell’Inter, autografati dallo stesso argentino e consegnati di persona tra gli applausi generali.

Non è mancato, inoltre, il commovente incontro con la giovane Alessandra Antonini, volontaria del comitato Vita di paese, operante a Visso, che tanto sta facendo per raccogliere fondi da destinare a progetti specifici legati alla ricostruzione post terremoto. “Zanetti mi ha detto che prima o poi farà tappa a Visso – dice la giovane Antonini – approfittando del tour che l’Inter sta organizzando in pulmino per fare visita alle zone colpite dal sisma, con il lodevole intento di intrattenere i bambini. Il capitano argentino, ancora una volta, ha dimostrato tutta la sua vicinanza per chi soffre e ha testimoniato la straordinaria persona che è sempre stata. Da interista, oltretutto, per me quest’incontro ha avuto un valore inestimabile”.

La conviviale, che ha visto Zanetti salutare tutti intorno alle 23.30, è quindi terminata con il taglio della torta offerta dal bar-pasticceria Mancioli di Corridonia e con i dovuti ringraziamenti agli sponsor: Mignon Tre, Progetto Infissi, Capozucca Srl, Tieskin, Paidos, Cantina Ortenzi, Seriprince, Assodrink, Impresa Edile Castagna Dario snc, Maracanà Sport e Centro riabilitativo Santo Stefano.

Non possiamo che ringraziare in primis l’Associazione Sogni e Passioni – dicono gli organizzatori – e in particolar modo Silvia Casaccia e Manuela Vignati per lo straordinario lavoro svolto per la riuscita dell’evento. Un doveroso grazie va a Radio Studio 7 Macerata per la diretta live e le immagini che andranno in onda nei prossimi giorni sul canale 611 del digitale terrestre.

E’ stato bello vedere tanto entusiasmo e conoscere la straordinaria umanità e umiltà di Javier Zanetti che, indipendentemente dai colori sociali, dal tifo, dagli sfottò che il calcio quotidianamente propone, è indubbio rappresenti, tutt’oggi, un fervido esempio da seguire per il futuro di questo sport.

Ricordiamo, infine, che sono ancora disponibili gli ultimi posti per il Camp Day e, chi fosse interessato, faccia presto a mettersi in contatto con noi.

Abbiamo regalato un sogno ai tifosi interisti ma, in generale, a tutti gli amanti del calcio. E’ stata una serata straordinariamente bella che Civitanova Marche non dimenticherà facilmente”.

Lascia un commento